Stemma del Comune di Montecchio Emilia
Comune di
Montecchio Emilia
 

PRENDE IL VIA LA FASE OPERATIVA PER LA COSTRUZIONE DI UN NUOVO PLESSO DI SCUOLA DELL'OBBLIGO A MONTECCHIO

Il Sindaco Paolo Colli: "Intervento prioritario del programma dell'Amministrazione e indifferibile per le esigenze dell'istruzione dell'obbligo e della comunità"

Sono formalmente iniziate oggi, venerdì 6 aprile 2012, con la pubblicazione del Bando di Gara sulla Gazzetta Ufficiale le procedure che porteranno alla realizzazione di un nuovo plesso di scuola dell’obbligo a Montecchio Emilia, che, di fatto si configura quale ampliamento (raddoppio) delle strutture esistenti, essendo in diretto collegamento con esse.
La nuova struttura per le scuole dell’obbligo sarà realizzata nell’ambito del complesso dell’ex fabbrica di barattoli Capolo, acquisito dal Comune di Montecchio Emilia negli anni ’70 come logica espansione dell’area scolastica adiacente dove hanno sede, dagli anni ’30 del secolo scorso, le scuole elementari, e dagli anni’70 i servizi comunali per l’infanzia. Questa scelta consentirà così di mantenere tutti gli edifici scolastici del primo ciclo di istruzione, dall’asilo nido fino alla scuola secondaria inferiore, accorpati in unico polo in posizione centrale rispetto all’abitato, immediatamente a ridosso del centro storico, in un’area protetta e ben definita raggiungibile comodamente a piedi o in bicicletta dalla maggior parte degli alunni e comunque ben servita dal punto di vista viabilistico.
L’ubicazione e la strutturazione di questo polo scolastico favorisce inoltre un’integrazione con importanti strutture sportive, quale il Palazzetto dello Sport, e con spazi di aggregazione sociale e per il tempo libero, quale il Centro Sociale Marabù.
Il risultato sarà quindi un grande polo in posizione centrale al paese, con servizi integrati per l’educazione, lo sport e il tempo libero.
Il bando di gara pubblicato oggi concerne la realizzazione di un primo stralcio funzionale del progetto complessivo (elaborato attraverso un percorso partecipato che ha visto il coinvolgimento in particolare delle istituzioni scolastiche e dei rappresentanti dei genitori) che prevede nello specifico la realizzazione di un nuovo plesso scolastico di 14 aule destinate alla scuola secondaria inferiore e che di fatto costituisce un ampliamento (raddoppio) delle strutture esistenti, con le quali sarà posto in diretto collegamento.
Si tratta di un’opera interamente finanziata con risorse proprie del Comune, prevista dal programma dell’Amministrazione quale  assolutamente prioritaria e indifferibile, il cui costo è di €. 1.900.000,00 comprensivo anche della redazione del progetto esecutivo. Il programma di massima prevede un inizio dei lavori per l’estate 2012 e un tempo di realizzazione di 1 anno, in modo da avere a disposizione la nuova struttura scolastica per l’inizio dell’anno scolastico 2013/2014.
L’assoluta necessità di procedere all’avvio della realizzazione di quest’opera di edilizia scolastica, nonostante i pesantissimi vincoli imposti agli enti locali dai parametri del Patto di Stabilità, sono facilmente individuabili considerando il forte aumento della popolazione residente a Montecchio (+ 20% negli ultimi 10 anni: da 8807 cittadini nel 2001 agli attuali 10550), dall’incremento del tasso di natalità registratosi negli ultimi anni e dal conseguente aumento della popolazione scolastica (+ 10% solo negli ultimi 5 anni). Questi semplici dati, che se proiettati nel prossimo futuro fanno prevedere un ulteriore aumento del 30/40% della popolazione scolastica nei prossimi 15/20 anni, unitamente alla constatazione del fatto che già oggi la disponibilità di aule per le scuole dell’obbligo risulta ormai insufficiente (tutti gli spazi disponibili negli attuali plessi sono utilizzati; si è dovuto eliminare spazi di laboratorio per far posto alle aule; già tre aule della scuola secondaria inferiore sono state destinate alla scuola primaria) spiegano in modo assolutamente chiaro la determinazione dell’Amministrazione di voler attuare questo intervento nei tempi più rapidi possibili.
I continui tagli alle risorse economiche dei comuni e il pesante e progressivo inasprimento dei vincoli e dei parametri imposti agli enti locali dal Patto di Stabilità, rischiano oggi di impedire di fatto la realizzazione anche di queste opere strategiche per l’interesse collettivo di una comunità.
Questa la dichiarazione del Sindaco Paolo Colli:
“La risposta alle esigenze basilari dell’istruzione dell’obbligo è un obbligo di legge, che spetta ai Comuni. Come Sindaco capisco che i Comuni debbano dare il loro contributo all’opera di risanamento finanziario in atto, ma questo non può andare a discapito della realizzazione delle opere fondamentali per le esigenze delle comunità: sulla adeguatezza e la sicurezza delle strutture scolastiche non si può indugiare, spero che il Governo arrivi a rendersene conto. Certo siamo perfettamente consapevoli che, se le normative nazionali non cambieranno, con questa decisione per il Comune di Montecchio Emilia il rispetto del Patto di Stabilità, che già era una montagna da scalare, diventa l’Everest”.
Nonostante questo scenario e le possibili sanzioni in cui si incorrerebbe in caso di sforamento del Patto di Stabilità, la Giunta e l’Amministrazione Comunale, hanno quindi deciso di dare il via alla costruzione di questa nuova struttura che risponderà a esigenze imprescindibili della popolazione e degli studenti di Montecchio Emilia per il futuro.


Ultimo aggiornamento: 28/05/12