Stemma del Comune di Montecchio Emilia
Comune di
Montecchio Emilia
 

ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

ACCESSO AI DOCUMENTI, AI DATI E ALLE INFORMAZIONI IN POSSESSO DELL’AMMINISTRAZIONE
 
DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO:
ACCESSO CIVICO SEMPLICE: il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati che l’ente abbia omesso di pubblicare pur avendone l’obbligo ai sensi del decreto trasparenza;
 
ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO: il diritto di chiunque di accedere a dati, documenti ed informazioni detenuti dall’ente, ulteriori rispetto a quelli sottoposti ad obbligo di pubblicazione, ad esclusione di quelli sottoposti al regime di riservatezza
 
ACCESSO DOCUMENTALE: il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi, inteso come strumento di partecipazione degli aventi diritto al procedimento amministrativo.
 
  • Con l’accesso civico semplice il cittadino è posto nelle condizioni di richiedere alla pubblica amministrazione di rimediare ad una omissione in materia di pubblicazioni obbligatoria.
  • Il diritto di accesso generalizzato, insieme a quello civico semplice ha lo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.
  • La finalità dell’accesso documentale di cui legge 241 è quella di porre i soggetti interessati in grado di esercitare al meglio, all’interno del procedimento amministrativo, le facoltà partecipative e/o oppositive e difensive che l’ordinamento attribuisce loro a tutela delle posizioni giuridiche qualificate di cui sono titolari. L’accesso documentale resta disciplinato dagli artt. 22 e seguenti della legge 241 e dal capo I e III del presente regolamento.
 
COME E A CHI PRESENTARE LA DOMANDA
1. L’istanza di accesso civico o documentale può essere trasmessa dal soggetto interessato per via telematica secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 recante il «Codice dell’amministrazione digitale». Pertanto, ai sensi dell’art. 65 del CAD, le istanze presentate per via telematica sono valide se:
a) sottoscritte mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata il cui certificato è rilasciato da un certificatore qualificato;
b) l’istante o il dichiarante è identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), nonché la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi;
c) sono sottoscritte e presentate unitamente alla copia del documento d’identità;
d) trasmesse dall’istante o dal dichiarante mediante la propria casella di posta elettronica certificata purché le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, anche per via telematica secondo modalità definite con regole tecniche adottate ai sensi dell’art. 71 (CAD), e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato.
2. Resta fermo che l’istanza può essere presentata anche a mezzo posta o direttamente presso gli uffici e che laddove la richiesta di accesso civico non sia sottoscritta dall’interessato in presenza del dipendente addetto, la stessa debba essere sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, che va inserita nel fascicolo (cfr. art. 38, commi 1 e 3, d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).
3. L’istanza di accesso civico o documentale va indirizzata al protocollo generale dell’ente.
 
RIFERIMENTI  NORMATIVI:
  1. il D.Lgs. n. 33/2013 (c.d. Decreto Trasparenza) così come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016;
  2. la Legge 241/1990 sul procedimento amministrativo;
  3. il Regolamento comunale in materia di accesso ai documenti, ai dati e alle informazioni in possesso dell’amministrazione (entrato in vigore il 29/09/2017)
 
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO:
Responsabile dei procedimenti di accesso è il Responsabile dell’ufficio cui l’istanza è presentata o trasmessa e quindi il Direttore del Settore competente per l’oggetto dell’accesso.
 
 UFFICIO COMPETENTE ADOZIONE PROVVEDIMENTO FINALE :
il Responsabile dell’ufficio cui l’istanza è presentata o trasmessa e quindi il Direttore del Settore competente per l’oggetto dell’accesso.
 
MODULISTICA:
- modulo richiesta accesso civico
-modulo richiesta accesso generalizzato
-modulo richiesta accesso documentale
 
A CHI RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI: orari,indirizzi, indirizzi e-mail
Ufficio Segreteria – sede  municipale  I° Piano- tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00
Tel .0522.861824
e-mail: ufficio segreteria@comune.montecchio-emilia.re.it
 
TEMPI:
Il procedimento di accesso civico deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni (art. 5, c. 6, del d.lgs. n. 33/2013) dalla presentazione dell’istanza con la comunicazione del relativo esito al richiedente e agli eventuali soggetti controinteressati. Tali termini sono sospesi nel caso di comunicazione dell’istanza ai controinteressati durante il tempo stabilito dalla norma per consentire agli stessi di presentare eventuale opposizione (10 giorni dalla ricezione della comunicazione).
 
Il procedimento di accesso documentale deve concludersi nel termine di trenta giorni decorrenti dalla presentazione della richiesta al Comune. Restano fatte salve le cause di sospensione ed interruzione del termine.
COSTI:
Per il rilascio delle copie dei documenti troveranno applicazione le tariffe, fissate con deliberazione della Giunta comunale, relativamente ai costi di riproduzione. Nel caso di rilascio di copie informatiche di documenti, anche se gli originali sono cartacei, l’accesso è gratuito, fatti i salvi i costi degli eventuali supporti magnetici od ottici.
 
POTERE SOSTITUTIVO ATTRIBUITO A:
Sindaco
 
ALLEGATI (NEL BOX IN ALTO)
- modulo richiesta accesso civico
-modulo richiesta accesso generalizzato
-modulo richiesta accesso documentale
- tariffe copie atti
- Regolamento comunale in materia di accesso ai documenti, ai dati e alle informazioni in possesso dell’Amministrazione (entrato in vigore il 29/09/2017)
 
 

Ultimo aggiornamento: 12/04/18