Stemma del Comune di Montecchio Emilia
Comune di
Montecchio Emilia
 

ALIQUOTE E DETRAZIONI

 
0,55  per cento ALIQUOTA PER ABITAZIONE PRINCIPALE DI CATEGORIA A/1 A/8 ED A/9 E RELATIVE PERTINENZE.
 
Si intende per effettiva abitazione principale l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. L’aliquota si applica alle pertinenze classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.
Dall’imposta dovuta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, € 200,00 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.
 
ESENZIONI ABITAZIONI PRINCIPALI
 
Sono esenti dall’imposta le abitazioni principali accatastate in categorie diverse dall’A/1, A/8 ed A/9 e relative pertinenze. Si intende per effettiva abitazione principale l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

ANZIANI E DISABILI 
E’ considerata equiparata ad abitazione principale l’unità immobiliare, comprese le relative pertinenze, posseduta da anziano o disabile che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.
 
CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO
E’ considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. 
 
CASA CONIUGALE ASSEGNATA AL CONIUGE E RELATIVE PERTINENZE 
Casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.
 
FORZE DI POLIZIA 
E’ esente un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare corredata delle relative pertinenze, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e del personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.
 
COOPERATIVE A PROPRIETA’ INDIVISA 
Si tratta delle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari e relative pertinenze.

ALLOGGI SOCIALI
(decreto Min. Infrastrutture 22.04.2008)e relative pertinenze.
 
0,55  per cento ALIQUOTE AGEVOLATE – FABBRICATI ABITATIVI
Alloggi  e  relative  pertinenze  regolarmente  assegnati  dagli  ex  Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP. A questi  alloggi  si  detraggono  200,00  rapportati  al  periodo  dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione.
0,55  per cento

ALIQUOTE AGEVOLATE – FABBRICATI ABITATIVI
Si applica agli immobili abitativi locati a canone concertato (art. 2 - comma 3 - della L. 431 del 9/12/1998).
Per avere diritto all'applicazione di tale aliquota gli Interessati devono compilare apposito modello in distribuzione presso gli uffici comunali e sul portale del Comune entro di 31 dicembre dell’anno di inizio del contratto di affitto o, comunque, dell’anno in cui si intende iniziare ad applicare l’agevolazione.

0,96 per cento Immobili classificati C/1, D/6, D/8 e TERRENI AGRICOLI (non posseduti e condotti da coltivatore diretto o IAP iscritti nella previdenza agricola)
0,98 per cento Immobili classificati C/3, C/4, D/2, D/3
1,02 per cento Uffici e studi privati (A/10)
1,05 per cento Istituti di credito, cambio ed assicurazione (con fine di lucro) (D/5)
1,02 per cento Aree fabbricabili
0,76 per cento Immobili classificati D/1 e D/7.
1,00 per cento ALIQUOTA ORDINARIA PER:
Si applica a tutte le tipologie anche abitative non comprese in quelle precedenti, ad esempio  a tutte le  abitazioni da A/1 ad A/9 affittate con regolare contratto registrato a canone libero, a quelle che rimangono vuote, a quelle concesse in comodato gratuito a parenti di primo grado nonchè a quelle a disposizione del proprietario. L’aliquota si applica anche alle pertinenze delle abitazioni (C/6, C/7,C/2).


Ultimo aggiornamento: 05/06/17